Manuale d'istruzioni - Pizzicato 3.6 IT490 - Revisione del 14/11/2012

Base

Principiante

Professional

Notazione

Composizione base

Composizione Pro

Percussioni

Chitarra

Coro

Tastiera

Solista

Back to the Pizzicato main site

Simboli grafici e MIDI

Subjects covered:

Guardare anche il seguente video:


Palette, strumenti e simboli [Base] [Principiante] [Professional] [Notazione] [Composizione Base] [Composizione Pro] [Percussioni] [Chitarra] [Coro] [Tastiera] [Solista]

In questa lezione vedremo come aggiungere simboli alla partitura. Questi simboli hanno un determinato aspetto, atto a specificare come la partitura deve essere eseguita;ad esempio sfumature, marcatori di tempo, accenti... Inoltre, la maggior parte di questi simboli influiscono sull'esecuzione musicale del vostro sintetizzatore o scheda audio, riproducendo fedelmente gli effetti desiderati.

Come certamente avrete notato, il menu Strumenti contiene molte palette di strumenti. Le prime due contengono strumenti per gestire righi, misure, pause e note, oltre a strumenti concepiti per creare o modificare varie caratteristiche della partitura.

Selezionando una voce di questo menu, aprirete la palette corrispondente. Potete quindi scegliere uno strumento o un simbolo da usare nella partitura.

Le palette di strumenti a partire dalla terza, contengono simboli grafici e MIDI. Questi simboli sono costituiti da un disegno o da un'area di testo che può essere associata ad una nota, pausa o misura. Questo avviene nella vista partitura. Si tratta di un indicazione per l'esecuzione o su come bisogna eseguire la partitura.

La maggior parte di questi simboli operano direttamente sul sintetizzatore, come li eseguirebbe un musicista. Queste sfumature sono realizzate attraverso la connessione MIDI. Per questo sono chiamate simboli grafici e MIDI.

I simboli grafici e MIDI sono raccolti in famiglie nelle varie palette a partire dalla terza. La maniera di aggiungere, spostare, modificare o rimuovere tale simboli è comune a tutti. Le caratteristiche sono differenti. Vedremo alcumi esempi. I principi esposti valgono anche per gli altri simboli.

Inserire un simbolo nella partitura [Base] [Principiante] [Professional] [Notazione] [Composizione Base] [Composizione Pro] [Percussioni] [Chitarra] [Coro] [Tastiera] [Solista]

Avviate l'ascolto della partitura con la barra spaziatrice. Non appena si arriva alla nota SOL, il sintetizzatore accresce il volume, come richiesto dal simbolo inserito.

Siccome non avete cliccato su una nota per inserirlo, questo simbolo è associato alla misura e non ad una nota, come nel caso precedente.

Entrambi i simboli sono contornati da un rettangolo rosso che indica il bordo esterno del simbolo. Questo ci aiuterà a spostarlo. Una piccola linea verde connette il simbolo FF alla nota SOL. Questo mostra che il simbolo è associato a quella nota, perché per inserirlo avete cliccato su di essa. Il simbolo del crescendo non ha questa linea, il che indica che è associato alla misura. Tenete a mente questa differenza, perché è importante per la corretta esecuzione degli effetti musicali.

Questi marcatori dei riferimenti rosso e verde non verranno stampati. Sullo schermo appaiono solo quando è attivo lo strumento relativo. Notate che, al contrario della maggior parte degli altri strumenti, questo può essere attivato indipendentemente dagli altri. Se cliccate nuovamente su di esso la partitura apparirà senza i marcatori dei riferimenti. Il tasto di scelta rapida per questo strumento è ":" (due punti). Digitandolo sulla tastiera attiverete il marcatore dei riferimenti. Digitandolo nuovamente sarà disabilitato.

In generale è meglio associare i simboli a note o pause piuttosto che alla misura, almeno per quanto riguarda gli effetti musicali riprodotti dal sintetizzatore. Illustriamo le differenze tra i due casi:

Cancellazione di un simbolo [Base] [Principiante] [Professional] [Notazione] [Composizione Base] [Composizione Pro] [Percussioni] [Chitarra] [Coro] [Tastiera] [Solista]

Per cancellare un simbolo deve essere selezionato uno degli strumenti simbolo oppure lo strumento freccia. Posizionate il cursore del mouse sul simbolo del crescendo sulla partitura:

Premete il tasto di cancellazione sulla tastiera. Il simbolo verrà eliminato.

Spostare o ridimensionare un simbolo [Base] [Principiante] [Professional] [Notazione] [Composizione Base] [Composizione Pro] [Percussioni] [Chitarra] [Coro] [Tastiera] [Solista]

Deve essere attivo uno degli strumenti simbolo o il simbolo freccia.

Rilasciandolo ne fissate la posizione.

Quando i marcatori dei riferimenti sono visibili, alcuni simboli, come questo, hanno un piccolo quadrato rosso nell'angolo in basso a destra del rettangolo. Questo quadrato serve a ridimensionare il simbolo. Allarghiamo questo simbolo in modo che occupi l'intera larghezza della misura.

Rilasciandolo ne fissate le dimensioni. Lo stesso principio vale per modificare l'altezza del simbolo. Trascinate verso il basso o verso l'alto per modificarne l'altezza.

Alcuni simboli possono essere ridimensionati in obliquo. E' il caso dei simboli crescendo e decrescendo. Per modificare l'orientamento del simbolo, cliccate tenendo premuto il tasto CTRL e trascinate leggermente verso il basso. Il simbolo viene inclinato seguendo il vostro movimento:

Potete inclinarlo verso l'alto seguendo l'orientamento delle note:

Selezionate lo strumento e cliccate sul SI della seconda misura:

Le legature costituiscono un caso speciale. Quando i marcatori dei riferimenti sono visibili, tre piccoli quadrati sono disposti alle due estremità e al centro della legatura. Quando trascinate l'estremità sinistra la legatura si sposta. Trascinando l'estremità destra della legatura essa seguirà il vostro movimento:

Trascinate la legatura fino al DO basso. Trascinando il quadrato centrale le due estremità restano ferme e modificate l'aspetto della curva:

Di default, dalla versione 3.6, quando cliccate sulla prima nota, il programma vi chiederà di cliccare sulla nota finale della legatura e l'aspetto grafico sarà aggiustato automaticamente, anche se l'estremità finale della legatura si troverà su un altro sistema.

Selezionate lo strumento e cliccate sul primo DO della terza misura:

Questo simbolo può essere spostato verticalmente ma è fisso orizzontalmente.

Esempi

Ascoltate gli esempi 55, 56 e 57. Essi utilizzano vari simboli. Ascoltatene la resa sonora osservando i simboli grafici. Queste sequenze sono concepite per un sintetizzatore o una scheda audio con GM (general midi) standard.


Back to the Pizzicato main site

Base

Principiante

Professional

Notazione

Composizione base

Composizione Pro

Percussioni

Chitarra

Coro

Tastiera

Solista